La partita

La partita

Era un giorno nero nero
senza alcun lieto pensiero
fuoco v’era nella mente
ripeteva sol: “perdente!”

Gigi dopo la partita
con la dignità ferita
vedea nullo il suo valore
di futuro calciatore.

E piangeva il poveretto
stropicciandosi il berretto
ritornando a lento passo
verso casa triste e lasso.

Mentre ch’era sul sentiero
con l’umore sottozero
udì un vento di lontano
quasi prenderlo per mano.

Cominciò tosto a volare
e la terra in giù a guardare
dove c’era tanta gente
a pensar “non valgo niente”!

Ora era il direttore
dopo lui pur l’aviatore
e l’attore di successo
a non credere in se stesso.

Pure il sommo paroliere
cominciato aveva a bere
ed assieme all’autostima
perso aveva pur la rima.

Ma la rima poi tornava
l’aviatore rivolava
e l’attore di successo
recitava proprio adesso!

Gigi osserva e poi capisce
“nulla invero mai finisce!”
Se va male questa volta
ci sarà presto la svolta

che chi vince veramente
non è chi oggi è vincente
ma chi dopo la ferita
ricomincia la partita.

©Viviana Leoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...