Essere papà

Che difficoltà essere papà!

Rita oggi è un nubifragio
il papà? Triste presagio!

Lo aspettava la bambina
con orgoglio alla festina

ch’era stata organizzata
nella sala ora affollata.

Tutti i bimbi per far festa
con gran gioia manifesta

si preparano alla scena
neanche fossero all’arena!

Ecco i loro genitori
lì riuniti per gli attori

che sarebbero i bambini
che già fanno i primi inchini.

Molti mesi hanno studiato
e il copione preparato

che ora mettono anche in scena
ne varrà sicur la pena!

Presto son tutti schierati
grembiulini colorati

citan rime di poesie
danzan su coreografie.

Ora giunge il suo momento
ed il pubblico in fermento

sì, la piccola bambina
canterà una canzoncina!

Rita non vuol neanche uscire
né sul palco comparire

il papà aveva promesso
eppur manca proprio adesso!

La sua mamma già entusiasta
tifa e il pubblico sovrasta

con la sua gran commozione
soffia nel fazzolettone!

Rita vuol solo sparire
si prepara per fuggire

di nascosto alla maestra
fugge via dalla finestra,

ma lo vede da lontano
un gran pacco nella mano

che correndo senza fiato
le si appresta assai affannato.

Lei felice urla “papà”!
Lui sudato: “Sono qua!”

“Tardi ho fatto, mi dispiace
sono proprio un incapace

ma volevo prender questo
il pacchetto è un po’ modesto”

E le porge un rosso pacco
il cui fiocco è assai bislacco.

Rita legge sul biglietto:
“A mia figlia con affetto”

E lo abbraccia assai felice
mentre un grande “grazie!” dice.

Poi tenendosi per mano
nell’asilo piano piano

quatti quatti di nascosto
tutti e due prendono posto

e la figlia di già è in scena
e la canzon canta serena!

Ed il babbo ora alla mamma
che accusando già si infiamma

“Mi dispiace mio tesoro
tardi ho fatto sul lavoro

c’era traffico per strada
spero che più non accada!”

Lei perdona col sorriso
e di già le splende il viso

ma sai che difficoltà
si ha nell’essere papà!

©Viviana Leoni

Annunci